Demo: lo scontro prima dell’uscita tra Fifa e Pes

E andiamo col primo post legato ai games.

I possessori di una qualsiasi piattaforma di gioco (PS3, Xbox 360, PC) avranno almeno captato la notizia dell’uscita imminente dei giochi calcistici Fifa 2009 e PES 2009. E, come in tutti gli anni, partono gli scontri di fanboy e riviste su chi sia meglio di chi, chi abbia la migliore fisica della palla, chi abbia una migliore IA e compagnia bella.

Questo post non riguarda però un paragone su quanto finora visto (tra l’altro quasi schifo il calcio nella vita reale, figuriamoci nei videogiochi), ma un’analisi del ruolo delle demo in questo teatrino.

E’ presto per dirlo, ma è chiaro come il sole che queste demo saranno determinanti per le future vendite dei prodotti in questione, soprattutto considerando che il dayone sarà fondamentale. Il discorso è semplice: il consumatore, provate entrambe le demo, deciderà quale dei due giochi sarà degno del suo portafogli e lo acquisterà.

Nulla di nuovo sotto il sole, se non fosse che un confronto così diretto per tipologia e date di rilascio non c’è mai stato. Konami infatti l’anno scorso ha ben pesanto di farsi i cazzi suoi non rilasciando una demo e, alla luce dei risultati, non ha fatto male.

Ma quest’anno il fiato sul collo si fa sentire… Risultato: demo di PES 2009 pubblicata il giorno prima del day one di Fifa, e data più opportuna in effetti non si poteva trovare.Solitamente le demo vengono giudicate controproducenti per i produttori di games, dato che si tratta di dare in pasto un prodotto parziale e che la maggior parte delle volte non è relativo alla release finale. Per non parlare del fatto che il pubblico è costituito per lo più da gente che non è in grado di andare oltre quanto viene  proposto, di capire quali siano i difetti strutturali non corregibili e cosa invece possa essere sistemato prima che il gioco vada in stampa. In questo caso però la demo era fondamentale: il ruolo di PES l’anno scorso è stato pesantemente ridimensionato da un Fifa che sta pian piano ritrovando la sua dimensione, e tirarsi di nuovo indietro dal dimostrare pubblicamente il lavoro (o il non lavoro) sarebbe equivalso a dire “vi vogliamo prendere di nuovo per il culo, speriamo siate così fessi da ricascarci”.

In un mercato sempre più affollato, in cui non esiste più un solo esponente per ogni genere, in cui il multi piattaforma domina per necessità di profitti, il ruolo della demo diventa fondamentale: non si tratta più solo di scegliere se comprare o no un prodotto di una certa tipologia, si tratta anche di fare una scelta sulle varie alternative disponibili. Cosa significa questo? Che d’ora in poi le case dovranno mettere in conto dei mini team per realizzare le demo, che non potranno più permettersi di dire “pubblicare una demo ci farà ritardare la data di uscita”,  che le demo dovranno essere tanto curate quanto lo sarà la relase finale.

Anzi, di più. Perchè c’è poco da fare, come per la maggior parte delle cose è l’apparenza che conta, e qui mostrarsi al meglio significa fare cassa.

Annunci

~ di casacup su 4 ottobre 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: